La nostra storia in breve

La nostra storia sarebbe una cosa troppo lunga e noiosa da scrivere qui. Ma due o tre inquadrature importanti potrebbero starci. Come, per esempio, il nostro incontro. Tutto iniziò un venerdì di luglio…

Nando gestiva una web agency a Catania. Io facevo la grafica web in Toscana. Entrambi usavamo Internet per lavoro. Ma non solo per lavoro, a quanto pare…

Chi l’avrebbe mai detto che proprio grazie a Internet ci saremmo uniti a tal punto da diventare compagni per la vita? Bè, è successo. Noemi e Daniel, i nostri bimbi, ne sono la prova più dolce.

DAL BLOG AL MARKETPLACE: TRE MILIONI DI DOLLARI IN QUATTRO ANNI

Tornando alle questioni di lavoro, insieme abbiamo capito che il mercato italiano offriva poco o niente rispetto alle tematiche del web design. Noi studiavamo sui siti americani, inglesi, australiani. E forse anche altri erano costretti a questa specie di duplice sforzo.

Ecco perché abbiamo deciso di creare un nostro blog sul web design (Your Inspiration Web): per condividere la nostra conoscenza, la nostra esperienza, e per aiutare le persone che come noi avrebbero voluto saperne di più (in lingua italiana).

L’idea ha funzionato e ci ha spinti a fare di più. Appena dopo, infatti, abbiamo deciso di provare coraggiosamente a sviluppare temi WordPress e a metterli sul marketplace di Envato. È successo che sono piaciuti. Abbiamo realizzato più di tre milioni di dollari di vendite in poco meno di quattro anni.

I nostri temi, oggi, sono tra quelli più venduti al mondo, sia su ThemeForest, sia sulla nostra piattaforma YIThemes.

about-2

about-3

7 ANNI DOPO…

Se la nascita di Noemi ha aperto per entrambi una finestra nel mondo della genitorialità, l’arrivo del piccolo Daniel – due anni e mezzo dopo – ha fatto sì che l’interesse verso il vasto mondo dell’infanzia assumesse un ruolo centrale nella nostra vita personale e, perché no, professionale.

Il nostro primo obiettivo è stato di essere, per i nostri bimbi, dei genitori consapevoli ed empatici. Per più di tre anni abbiamo letto il leggibile, fatto ricerche, applicato metodi, cercato attività creative e stimolanti da proporre ai nostri figli: ad un certo punto ci siamo detti che avremmo potuto contribuire anche noi a creare un mondo più colorato, creativo e allegro, un mondo dove i bambini possono sporcarsi le mani e usare la testa, dove imparare attraverso il gioco è davvero possibile.

Grazie alla collaborazione con altre “mamme informate”, con insegnanti di scuole elementari e con professionisti nel settore dell’infanzia abbiamo cominciato a progettare i primi libri attività e i primi giochi stampabili: nell’arco di pochi mesi Kiwee ha preso forma, senza che quasi ce ne accorgessimo.